Dominio: La scelta migliore – Lezioni di SEO

Scegliere un dominio spesso si rivela una scelta decisiva, sopratutto se presa in considerazione con lungimiranza. Il nostro dominio sarà il nostro Brand , un marchio che ci distinguerà dagli altri e che contribuirà in modo decisivo a farci ottenere successo.

L’ottica migliore per scegliere il dominio corretto è quella di formarlo su di una o più parole chiave (keywords), ovvero di dare il giusto peso e rilevanza a quello che è l’oggetto specifico del nostro business… Difficile a dirsi, ma con l’aiuto di alcuni strumenti on-line che andremo ad utilizzare, otterremo un dominio con le carte in regola, pronto ad aprirci la strada ad un progetto basato sul SEO.

Dominio: La scelta delle Keywords migliori

DominioPartire da un analisi statistica del comportamento degli utenti su internet è la chiave di lettura per comprenderne il pensiero e prevederne le ricerche. Google ci fornisce Trend, uno strumento meraviglioso che ci permette di analizzare quello che noi considereremo come il “mercato delle parole chiave”.

Andremo così ad analizzare più parole chiave legate alla nostra attività, mettendole in relazione tra loro, geo-localizzandole in base alla copertura del nostro servizio, e facendoci suggerire ulteriori keyword da Google.

Valutando attentamente i volumi di ricerca su ogni singola parola chiave, in un lasso temporale ristretto, saremo in grado di isolare le singole parole chiave legate alla nostra attività, che vanno per la maggiore e che opportunamente combinate, ci daranno modo di costruire il nostro dominio.

Nel video sopra, porto l’esempio di una agenzia immobiliare che (con una analisi veloce ed approssimativa) ottiene le parole chiave: Casa, Case, Affitto e Vendita, mettendo così da parte la keyword Immobiliare, che risulterà essere meno cercata rispetto alle precedenti.

Come sempre la semplicità paga, quindi il mio consiglio è quello di mettervi nei panni di un qualunque utente medio di google, che ha un bisogno da soddisfare. Se Mario Rossi di Torino vuole cambiare casa, di certo non cercherà “agenzia immobiliare TalDeiTali torino”, ma sarà molto più probabile che cercherà “casa affitto torino”.

Dominio SEO: Trova il tuo!

Una volta che abbiamo ottenuto le nostre parole chiave, non resterà altro da fare che cercare tra i domini disponibili, quello che include le nostre keywords. L’operazione è semplice e può essere svolta presso qualsiasi Registar (generalmente anche fornitore di Hosting), testando le combinazioni di parole chiave che desideriamo utilizzare. Dobbiamo tenere però in considerazione alcune regole di base:

  1. L’estensione di dominio favorita da google.it per i siti in lingua italiana è il .it o il .com. Registrare un dominio come ad esempio “dominio.eu” ci penalizzerà rispetto alla stessa versione regionale (it) o commerciale (com).
  2. Il nostro sito in lingua italiana, deve risiedere in italia! Quando scegliamo una hosting farm, assicuriamoci che i server risiedano sul territorio nazionale in quanto google.it da maggiore peso e maggiore rilevanza a questi server.
  3. Una parola al singolare è differente dalla stessa parola al plurale, ma restano in qualche modo collegate nelle ricerche. Se ad esempio tutti i domini che contengono la keyword “casa” risultano impegnati, possiamo scegliere di optare eventualmente per la parola chiave “case”.
  4. Undominiotuttoattaccato.it contiene la keyword “undominiotuttoattaccato”. Un-dominio-staccato.it fornirà meno visite dirette (quelle in cui l’utente scrive http://www.un-dominio-staccato.it…) ma conterrà le keywords “un” “dominio” “staccato”.

Quindi a meno che non siate l’amministratore delegato della Cocacola, avere la necessità di ottenere un dominio che riproduca fedelmente il vostro brand è sconsigliabile, tanto più se siete all’inizio della vostra attività su internet. Immobiliaretaldeitali.biz sarà un sito che dovrà lavorare moltissimo di SEO per risalire dalla 93° pagina delle ricerche Google. Anche vendo-case.it (vedi il video) dovrà lavorare sodo per imporsi, ma oltre a partire magari dalla 15° pagina, nasce predisposto per scalare le classifiche affrontando liberamente la concorrenza che già è posizionata con le stesse parole chiave. Se vogliamo fare un paragone automobilistico, è un po come decidere di partecipare ad una gara con una 500 del ’68 piuttosto che con una 500 Abarth appena uscita dal concessionario… ok il fascino per il retrò non tramonta mai e il pilota decide l’esito della gara, ma direi che non c’è dubbio su chi ha le carte in regola per vincere!

Hai trovato utile questa lezione? Tu come hai scelto il tuo dominio?

Leave a Reply